Rendiconti Online della Società Geologica Italiana - Vol. 41/2016

Prefazione

Federico Cervi, Margherita Cecilia Spreafico & Lisa Borgatti


DOI: https://doi.org/
Volume: 41/2016
Pages: 7-8

Abstract

L'Associazione Italiana di Geologia Applicata e Ambientale AIGA ha recentemente promosso la decima edizione del "Convegno dei Giovani Ricercatori", un ormai storico momento di confronto e di discussione sull'attività di ricerca di giovani laureati, borsisti, assegnisti, dottorandi e dottori di ricerca che operano nel campo della Geologia Applicata. L'evento si è svolto con il patrocinio di International Association of Engineering Geology IAEG Gruppo Nazionale Italiano, di International Association of Hydrogeology IAH Italian Chapter, del Consiglio Nazionale dei Geologi CNG e dell'Ordine Regionale dei Geologi OGER. Questa edizione del Convegno è stata organizzata dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali ? DICAM e dal Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche ed Ambientali ? BiGeA dell'ALMA MATER STUDIORUM Università di Bologna, presso la Scuola di Ingegneria e Architettura della stessa Università, durante le giornate del 18 e 19 febbraio 2016 e ha visto la partecipazione di 145 iscritti, di cui 96 giovani ricercatori tra borsisti, dottorandi e assegnisti. Il convegno è stato aperto dalla Keynote lecture di Salvatore Martino (Università di Roma La Sapienza), Frane e terremoti: dalla sismoinduzione alla sismicità indotta - Landslides and earthquakes: from seismically-induced effects to induced seismicity. Si sono poi svolte otto sessioni scientifiche orali parallele e una sessione poster, coordinate da giovani ricercatori e membri del Consiglio Direttivo di AIGA, sui principali temi d'interesse per la Geologia Applicata, per un totale di 46 interventi orali e 42 poster: ? SESSIONE 1 Surface and ground water I - 7 interventi, coordinata da Federico Cervi, Muriel Lavy e Maurizio Polemio; ? SESSIONE 2 Landslides: recognition, susceptibility assessment, monitoring - 7 interventi orali, coordinata da Massimiliano Bordoni, Andrea Wolter e Andrea Cevasco; ? SESSIONE 3 Remote sensing - 6 interventi orali, coordinata da Roberta Bonì, Diego Di Martire e Claudia Meisina; ? SESSIONE 4 Geothermal energy - 5 interventi orali, coordinata da Michele Lancia, Glenda Taddia e Michele Saroli; ? SESSIONE 5 Geomaterials- 5 interventi orali, coordinata da Simone Mineo e Giovanna Pappalardo; ? SESSIONE 6 Engineering geology in seismic areas - 4 interventi orali, coordinata da Salomon Hailemiikael e Francesca Bozzano; ? SESSIONE 7 Surface and ground water II - 5 interventi orali, coordinata da Maria Filippini, Livia Zuffianò e Marina De Maio; ? SESSIONE 8 Landslides: modelling - 7 interventi orali, coordinata da Giulia Bossi, Luigi Guerriero e Pantaleone De Vita. In ogni sessione è stato dato ampio spazio alla discussione e al confronto, all'analisi di problemi aperti e allo scambio di esperienze tra i giovani geologi applicati. In particolare, per incoraggiare la discussione i relatori sono stati invitati a chiudere la presentazione proponendo almeno una domanda a proposito delle questioni ancora aperte nella tematica analizzata, gli eventuali problemi incontrati e le altre suggestioni da rimandare alla platea. Gli autori dei poster sono stati invitati dai coordinatori di sessione ad illustrare brevemente gli aspetti salienti delle proprie ricerche e le problematiche ancora aperte. A tal fine, hanno presidiato il proprio poster nella sessione poster e aperitivo. Al termine del Convegno è stato premiato il miglior poster, votato dai partecipanti al convegno. Il vincitore è risultato Marino Domenico Barberio (Università di Roma La Sapienza), con il poster dal titolo Hydrogeological monitoring to assess possible pre-seismic correlations of groundwater changes with seismic activity in central Italy. Le note brevi accettate dopo la revisione dei coordinatori delle sessioni e di numerosi esperti, cui va la nostra gratitudine per la preziosa collaborazione, sono pubblicate in questo fascicolo dei Rendiconti On Line ROL della Società Geologica Italiana. Si tratta di 88 note brevi, ordinate secondo le tematiche affrontate nelle diverse sessioni: Surface and ground water, Landslides: recognition, susceptibility assessment, monitoring, modelling, Remote sensing, Geothermal energy, Geomaterials, Engineering geology in seismic areas. Nella fase finale del lavoro che ci ha visti impegnati nell'ultimo anno e che culmina con la pubblicazione di questo fascicolo, vorremmo ringraziare Il Presidente e il Consiglio Direttivo di AIGA che hanno appoggiato lo svolgimento dell'evento presso la Scuola di Ingegneria e Architettura di Bologna, i relatori e i partecipanti per la qualità dei lavori e la vivacità della discussione, insieme ai collaboratori e agli amici bolognesi che lo hanno reso possibile. Vorremmo menzionare la partecipazione di International Association for Promoting Geoethics IAPG e di Geosciences and Information Technologies GIT - Sezione della Società Geologica Italiana. Infine, grazie di cuore agli sponsor, che hanno a diverso titolo contribuito alla riuscita dell'evento: DICAM, EnSer, Gruppo Industriale Maccaferri, Studio Mattioli, Geoexploration e La Vacchetta Grassa. Ad maiora! I Guest Editors Federico Cervi, Margherita Cecilia Spreafico e Lisa Borgatti

Get Full Text